Comune di Cernusco Sul Naviglio

Sportello Unico per l'Edilizia: dal 10 dicembre obbligo di presentazione on line per le istanze

Data: 30/11 icona per facebook icona per la stampa della pagina

Dal giorno 10/12/2018 tutte le richieste rivolte allo Sportello Unico per l’Edilizia (SUE), dovranno avvenire attraverso il portale raggiungibile all’indirizzo web: https://sportellounico.comune.cernuscosulnaviglio.mi.it/; il portale, è altresì raggiungibile da apposito link denominato “Sportello telematico Polifunzionale" ospitato sul sito istituzionale del Comune di Cernusco sul Naviglio alla pagina web: http://www.comune.cernuscosulnaviglio.mi.it.

Il portale telematico costituirà unico ed esclusivo punto di accesso per la presentazione delle istanze rivolte al SUE. Le istanze, per le quali vige l’obbligatorietà della presentazione telematica, presentate in modo difforme saranno improcedibili e conseguentemente rigettate.

ABILITAZIONE PER L’ACCESSO AL PORTALE
Sono abilitati all’accesso al portale i privati cittadini ed i professionisti che si registreranno tramite l’apposita procedura messa a disposizione dal portale stesso. I professionisti/cittadini registrati potranno accedere al portale per la compilazione delle domande, per la consultazione dello stato di avanzamento delle proprie pratiche, che rimarranno sempre visibili in archivio e costituiranno “patrimonio” del singolo tecnico professionista/cittadino e per la consultazione degli archivi.

Sul portale, nella sezione “Guida all'accesso” e “Guida alla firma”, che si trovano a sinistra della pagina, sono indicate in modo puntuale le modalità per procedere con i due diversi adempimenti. Una volta registrati e cliccando sul bottone “edilizia” il portale propone tutte le istanze da presentare al SUE; individuata l’ istanza, cliccando sul nome della stessa il portale apre una pagina guida che riporta la descrizione del procedimento con tutti i relativi passaggi da seguire.

Vale la pena ricordare che per la presentazione delle istanze rivolte al SUE il proprietario o l’avente titolo dovrà necessariamente firmare tutto quanto previsto in modalità elettronica e cioè utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi con il Pin assegnato (vedi “Guida alla firma”) o se in possesso della firma digitale; per i professionisti invece è richiesta esclusivamente la firma digitale per la sottoscrizione di quanto di propria competenza.