Comune di Cernusco Sul Naviglio

Matrimonio civile

Ufficio di riferimento: Ufficio di Stato Civile icona per la stampa della pagina

Riferimenti del procedimento

Responsabile del procedimento

Responsabile di Settore - Dott. Fabio La Fauci

E-mail: fabio.lafauci@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it - Telefono: 02/92.78.240

Soggetto competente per adozione atto finale

Ufficiale dello Stato Civile delegato - Sig.ra Nadia Galbiati

E-mail: nadia.galbiati@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it - Telefono: 02/92.78.240

Soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo

Dirigente dell'Area Servizi al Cittadino - Dott. Ottavio Buzzini

E-mail: ottavio.buzzini@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it - Telefono: 02/92.78.231

Dettagli e modalità per attivazione potere sostitutivo

Descrizione Procedimento

Il matrimonio civile viene normalmente celebrato nel Comune in cui è stata fatta la richiesta di pubblicazioni.

Se, per ragioni particolari, una coppia, non residente, voglia sposarsi in questo Comune, deve farne apposita richiesta motivata al Sindaco. In tal caso, il Comune che ha effettuato le pubblicazioni delegherà alla celebrazione il Comune di Cernusco sul Naviglio (art. 109 c.c. e art. 67 DPR 396/200).

Dopo previa autorizzazione del Sindaco, verranno contattati telefonicamente dall'Ufficio di Stato Civile e dovranno presentare la seguente documentazione:

  • un documento d'identità
  • il certificato di eseguite pubblicazioni rilasciato dall'Ufficio dello Stato Civile del loro Comune di residenza dove avranno effettuato le pubblicazioni di matrimonio
  • la fotocopia della carta d'identità di n. 2 testimoni.
  • Costi ed organizzazione del servizio: come da allegati sotto riportati.
  • Il matrimonio viene celebrato dal Sindaco, nella veste di Ufficiale dello Stato Civile, o da un suo delegato, alla presenza dei nubendi e di due testimoni.

All'atto del matrimonio gli sposi possono dichiarare all'Ufficiale di Stato Civile la loro volontà di scegliere il regime della separazione dei beni. Se nulla viene dichiarato il regime patrimoniale familiare sarà quello della comunione dei beni.

Come si fa

L'Ufficiale dello Stato Civile, vestito in forma ufficiale, legge agli sposi gli articoli 143, 144 e 147 del Codice Civile. Raccoglie il loro consenso e li dichiara uniti in matrimonio. Viene data lettura dell'atto, il quale è sottoscritto dagli sposi, dai testimoni e dall'Ufficiale dello Stato Civile.

Dove e quando

Presso la sede municipale, nei giorni e negli orari stabiliti nell'atto del Sindaco consultabile sotto

Normativa di riferimento

Codice Civile artt. 106 - 148

Ordinamento dello Stato Civile (D.P.R. n. 396/2000)

Documenti associati

Tariffe spazi per celebrazione di matrimoni e ricevimento dichiarazioni costitutive di unioni civili
Atto sindacale di organizzazione del servizio per la celebrazione matrimoni